Sabato 30 Giugno 2012

SPYRO GYRA

  • JAY BECKESTEIN – sax
  • TOM SCHUMAN – tastiere
  • JULIO FERNANDEZ – chitarra
  • BONNY BONAPARTE – batteria

Sant’Elpidio a Mare – FM

ore 21.30 – P.zza Matteotti

INGRESSO € 20

 

Gli Spyro Gyra la cui attuale formazione prevede: Jay Beckenstein (sax) Julio Fernandez (chitarra/voce), Tom Shuman (tastiere), Scott Ambush al basso e Bonny Bonaparte alla batteria, i due formando assieme una delle più potenti sessioni ritmiche dell’ambiente jazz/rock tanto che Bonny B è di fatto uno dei batteristi più affermati della nuova scena della black music, successiva a Bob Marley e a Michael Jackson, soprattutto attenendoci ai suoni centro e nord americani, e Scott Ambush, di impostazione tipicamente statunitense (si è formato a Washington DC), negli Spyro Gyradal 1992, è uno dei giovani surfisti più audaci col basso elettrico a cinque corde e proprio con Bonny B è stato il perno attorno al quale il gruppo fondato da Beckenstein e Shuman, che registrano assieme dal 1978, anno di uscita del primo disco degli Spyro Gyra, hanno ricostruito in chiave contemporanea le vicende musicali che portano avanti dall’uscita diSpyro Gyra, appunto. E da quel primo disco hanno poi dimostrato come un solo giro di tecnologia, ben distribuita tra i componenti del gruppo, e sapientemente dosata da ciascuno di loro alle proprie parti musicali, sia in grado di non solo non far sentire il peso degli anni che passano sulle proprie note nusicali, ma di riuscire a tradurre quelle stesse note musicali oramai datate, all’interno di un contesto musicale contemporaneo senza snaturare il livello creativo originario.
La loro recentissima composizione: A quote from Mr. Z, prima traccia del quarto album solista di Tom Shuman, evidentemente dedicata a Joe Zawinul, fondatore, leader, anima e tastierista dei Weather Report, , e di cui a detta di molti lo stesso Shuman è oramai pronto ad accogliere l’eredità artistica anche con questa sua serie di produzioni soliste che portano lo smooth jazz da quale era partito in un cuscino di atmosfere in cui si perde a vista d’occhio la dimensione di un reale confine tra presente e passato.

Maestri del jazz elettrico e del contemporary jazz del terzo millennio,sono gli Spyro Gyra, la band guidata dal sassofonista Jay Beckenstein ; un’ universo di colori smooth-jazz dettati dalla sopraffina tecnica strumentale e da un viaggio sonoro che ha saputo negli anni rinnovarsi sempre.
Sintetizzare in poche parole l’importanza che hanno avuto gli Spyro Gyra all ‘interno della musica afroamericana non è facile, ma lo spitito che alberga ogni traccia è quello dell’energia musicale profusa in una tavolozza stilistica davvero esclusiva.
Grazie ad una miscela sofisticata di pop-jazz, soul funky, melodie caraibiche e sentori musicali alla Yellowjackets, la band per oltre trentanni è riuscita ad attivare nuovi orizzonti espressivi con album gradevoli e solari dal sapore descrittivo, ma in grado di ‘leggere’ il confine tra musica fusion e easy-lystening di pura classe. Il IL loro concerto sarà una gemma sonora e raccoglie l’eredità del neo pop-jazz contaminato da una gustosa classicità mai banale.

 

Le Foto del Concerto

Commenta su Facebook

You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0 feed. Both comments and pings are currently closed.