lunedì 26 luglio 2010

ARTURO SANDOVAL sextet

  • ARTURO SANDOVAL, tromba, piano
  • DENNIS MARKS, basso
  • PHILIBERT ARMENTEROS, percussioni
  • ED CALLE, sax
  • ALEXIS ARCE, batteria
  • MANUEL VALERA, piano

Sant’Elpidio a Mare – FM

ore 21.30 – Piazza Matteotti (centro storico)

in caso di maltempo Teatro L.Cicconi, c.so Baccio

ingresso € 20

.

ARTURO SANDOVAL

ARTURO SANDOVAL è uno dei trombettisti più interessanti di tutti i tempi.
Nasce il 6 novembre del 1949 ad Artemisia, piccola città vicina all’ Havana, proprio nel periodo in cui il suo grande ispiratore DIZZY GILLESPIE diventa il primo trombettista al mondo a sperimentare la ritmica latin nel jazz tradizionale con il percussionista cubano CHANO POZO nel 1947.

Gli studi classici applicati alla tromba sono il suo primo passo verso la musica, fino all’età di dodici anni, età in cui comincia ad avvicinarsi al mondo del jazz.
La passione e il suo innato talento lo trasformano in uno dei musicisti più quotati nella tromba jazz e nel flicorno, ma nello stesso tempo anche nel classico.Arturo Sandoval fondò insieme a Paquito D’Rivera l’orchestra degli IRAKERE, vincitori del Grammy Award, l’esplosione cubana della miscela del jazz, del classico, del rock con il tradizionale suono della musica cubana. Nel 1981, lascia gli Irakere per formare una sua band raccogliendo consenso e audience in tutto il mondo. Nel periodo che va dal 1982 al 1990 Sandoval viene votato come miglior musicista.

Sandoval ha vinto 4 Grammy Awards, 6 Billboard Awards e un Emmy Award.

È uno dei più dinamici e vivaci musicisti live dei nostri tempi, e ha recentemente suonato insieme alla pop star Justin Timberlake al Latin Billboard Awards e ad Alicia Keys davanti a un pubblico televisivo di 6 milioni di persone, e ha ricevuto il suo 6° Billboard Awards per “Best Latin Jazz Album”.
La versatilìtà di Arturo gli ha permesso di arrivare a livelli altissimi e di incontrare e lavorare con gente del calibro di Dizzy Gillespie, Woody Herman, Woody Shaw, Michael Legrand, Bill Conti e Stan Getz, e ancora Johnny Mathis, Frank Sinatra, Gloria Estefan, Willie Chirino, Paul Anka, Rod Stewart e Alicia Keys, e ne potremmo elencare ancora moltissimi altri.

Agli Oscars ha suonato con Celine Dion, con John Williams e i Boston Pops, e nella notte del SuperBowl con Tony Bennet e Patty LaBelle.
Sandoval ha una carriera strepitosa, sono tantissime le cose da citare e molte le cose che tralasciamo, ma che si dovrebbero sapere di lui, per esempio l’enorme quantita di colonne sonore per le quali ha suonato; con Dave Grusin per il film “Havana”, in “Mambo Kings” con la canzone “Mambo caliente”, è stato moninato anche “The Perez Family”.
Per il Kennedy Center compose la musica del balletto “Pepito’s Story” per le coreografie di Debbie Allen, e infine premiato con un Emmy per la colonna Sonora del film biografico per la HBO “For love or Country” interpretato dal noto attore Andy Garcia.
Come molti altri musicisti cubani Arturo Sandoval, non ha avuto vita facile a Cuba grazie al fatto che il jazz non è mai stato visto di buon occhio perchè considerata musica troppo vicina alla filosofia Americana, per questo chiese asilo politico in America aiutato dal suo grande amico Dizzy Gillespie. Il risultottenuto sorpassa ogni previsione e si realizza come il più ato grande dei suoi sogni di bambino.
Le straordinarie capacità artistiche di Sandoval, sia nel Latin Jazz sia nel classico, lo collocano nell’elite dei musicisti contemporanei sia nel suo strumento primario, la tromba che al pianoforte come testimonia uno dei suoi più recenti lavori “My passion for the Piano” dove virtusismo e sensibilità prendono corpo.
Chi ha ascoltato Arturo Sandoval, e ne ha assaporato l’estro, la fantasia, il gusto, la tecnica di un musicista che affascina , difficilmente riuscirà a non confrontarlo con gli altri e di conseguenza non metterlo al primo posto

Commenta su Facebook

You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0 feed. Both comments and pings are currently closed.