"Suona ciò che vuole e vuole ciò che suona"-Jools Holland

 

Di Ray Gelato ce n’é uno solo!

Ray ha portato il suo marchio speciale di musica swing, jazz e R&B in tutto il mondo a

partire dal 1988. Questo cantante, sassofonista, autore e leader dai molteplici talenti si è

esibito per festival, club e in palchi dal Brasile a New York, e in tanti altri luoghi.

Il pubblico di Ray cresce ogni anno e spazia dai giovanissimi ai più maturi per la semplice

ragione che la sua musica allegra solleva chiunque la ascolta, un dono raro in questi tempi

così spesso cinici.

Ray e la sua band di prim’ordine The Giants presentano uno spettacolo ad alta energia che

non smette mai di trascinare la folla, farle battere i piedi e chiedere ancora di più. Il

risultato è che Ray è stato paragonato a grandi come Cab Calloway e Louis Prima e definito

“uno degli ultimi grandi intrattenitori jazz!”

Il leggendario ‘Padrino dello Swing’ e la sua band hanno alle spalle una carriera illustre e di

successo, che include una presenza di lungo termine al famoso Ronnie Scott di Soho, dove

la band si esibisce ogni Natale registrando sempre il tutto esaurito.

Ray ha anche suonato per Sua Maestà la Regina (non solo una volta ma due!), ha aperto il

concerto di Robbie Williams alla Albert Hall, ed è stato scelto per suonare al matrimonio di

Sir Paul McCartney.

Il luglio 2013 ha visto Ray esibirsi al Lincoln Center di New York con una big band di

diciotto elementi e lasciare a bocca aperta un audience di 3.000 persone. Nello stesso anno

Ray ha firmato un contratto con l’Universal Records Italia, che ha pubblicato il suo nono

album Wonderful, che ha ricevuto 5 stelle dal Daily Telegraph.

La sua musica è entrata a far parte di molti film di Hollywood come Inventing The Abbotts,

No Reservations e The Perfect Man, di show televisivi come la serie HBO Hung, e lo

spettacolo inglese sulla cucina The Hairy Bikers.

Altri momenti salienti dell’illustre carriera di Ray sono i concerti da tutto esaurito al Blue

Note di Milano, al famoso Blue Note Club di New York, e naturalmente al Ronnie Scott di

Londra su cui Clive Davis del Times scrive “Che stia suonando una ballata romantica in stile

Ben Webster, o reinventando Boulevard of Broken Dreams con immense sonorità R&B, lo

stiloso, arguto Gelato apporta un inconfondibile presenza fisica alla band sul palco. É un

personaggio straordinario.”

Di recente Ray e la band hanno partecipato all’Umbria Jazz Festival suonando nel palco

principale per migliaia di fan italiani di vecchia data. Continua, inoltre, l’abituale residenza

natalizia al Ronnie Scott.

RAY GELATO

& THE GIANTS

“25 Years Together”

4 AGOSTO

Piazza Matteotti (centro storico)

in caso di maltempo Teatro Cicconi Corso Baccio

ingresso € 15,00

STRUMENTI

RAY GELATO Voce e Sax Tenore

GEORGE HOGG Tromba

ANDY ROGERS Trombone

OLLY WILBY Sax Alto e Sax Tenore

GUNTHER KURMAYR Pianoforte

MANUEL ALVAREZ Contrabbasso

ED RICHARDSON Batteria